Ma che bontà, ma che bontà, la pasta

Ma perché, come mai, ma perché, in cucina non ci entro mai, eh?
Cosa c’è nella padella mmm che profumino, fai assaggiare un pezzettino? ma che bontà, ma che bontà.

Ve la ricordate questa canzone ? Forse più “le giovani nonne” che le mamme lettrici del nostro blog, la cantava Mina tantissimi anni fa e abbiamo pensata di estrapolarne una parte per annunciare un’altra nuova categoria di questo blog: alimentazione e ricette bimbi.

Qui in futuro troverete suggerimenti per aiutarvi ad appagare il senso di saziet dei vostri bambini attraverso la realizzazione di gustose ricette e utili informazioni riguardanti la loro alimentazione.

Da dove potevamo cominciare ? Dalla pasta non vedo come potrebbe essere diversamente giusto ?

Prima di tutto ricordatevi sempre di servirla al dente perchè sar più digeribile per il vostro bambino e solo così i livelli di glicemia si alzano lentamente che è il modo più corretto.
Se pensate che anche per il vostro bebè potrebbe essere troppo calorica, ricordatevi sempre che tutto questo dipende dal condimento, e vale anche per mamma e papa’ 🙂

A volte cucinare un semplice piatto di pasta potrebbe essere noioso, divertitevi e fatelo assieme ai bambini grazie all’aiuto dei piccoli elettrodomestici.
Pasta con gli spinaci, con la barbabietola e poi lo zafferano, pomodoro, carota, sar molto divertente per tutti e due cambiare il gusto e il colore.

La volete più sfiziosa ? Senza dimenticarvi quanto sottolineato poco sopra ( il condimento ), basta della ricotta, spinaci o patate e prezzemolo o pesce.
Ma non utilizzate prodotti pronti che non sono indicati per bambini sotto i due anni, soprattutto perchè troppo ricchi di sale.

La pasta deve essere di qualità, a volte anche pochi centesimi di differenza sul prezzo pregiudicano il risultato finale.

Una pasta DOC è preparata con materie prime scelte e lo si può capire banalmente anche durante la cottura.

Ah, mi dimenticavo…. cercate di abituare i vostri bimbi fin da piccoli a mangiare qualche volta la pasta integrale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sar pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>