Peg Pèrego – Made In italy a portata di Mamma

Conosciamo oggi una realtà italiana che nel corso degli anni ha sempre saputo offrire alle mamme prodotti all’avanguardia e con tutti i parametri di sicurezza. Il famoso marchio Peg Pèrego, noto in tutto il mondo, vide la luce nel lontano 1949 grazie ad una intuizione di Giuseppe Perego, rivoluzionando il settore creando carrozzine e passeggini utilizzando il “tessuto gommato” invece della lamiera e del vimini comunemente in uso e mettendo a disposizione di tutti la puericultura che fino ad allora aveva avuto un mercato ristretto per i costi elevati dei prodotti.

Avanguardia, attenzione ai mutamenti del mercato e lungimiranza hanno costruito nel tempo una realtà di successo conosciuta in tutto il mondo per le sue idee originali nel settore della puericultura e del giocattolo, sempre di massima qualità, rispettose delle normative di sicurezza internazionali, al passo con le aspettative delle mamme moderne.
E la campagna “Mamma in Italy” ribadisce il credo dell’azienda nell’italianità di una produzione che si è guadagnata la fiducia delle mamme per la sua qualità: chi ama il Made in Italy cerca stile, eleganza, dettagli e sicurezza, le idee di qualità a cui sempre Peg Perego fa riferimento quando progetta e realizza i suoi prodotti. Made in Italy per Peg Perego significa “continuare a fare solo ciò che si sa fare molto bene” come dice Lucio Perego, amministratore delegato dell’azienda, vale a dire continuare a coltivare il patrimonio di competenze della produzione italiana Peg ed arricchirlo, con metodi di lavorazione moderni ed all’avanguardia.

L’azienda infatti ha affiancato alla produzione stagionale primaverile della linea tradizionale di prodotti per l’infanzia (passeggini, carrozzine, seggiolini auto, seggioloni) la produzione del giocattolo che ha permesso un impiego delle risorse umane stabile e ottimale. La produzione integrata consente un controllo ravvicinato della qualità ed un miglioramento delle competenze: dai materiali (tessuti, gomme, metallo) alla tecnologia dei macchinari di produzione complessi e d’avanguardia.

Una squadra di esperti sovrintende l’intero processo produttivo a garanzia di ciò che è destinato all’uso della prima infanzia. La struttura organizzativa compatta e tradizionale con varietà nelle mansioni e la cura all’ambiente di lavoro con grande attenzione alle persone consolidano l’attaccamento all’azienda. Le unità produttive in Italia sono: Arcore (MI), San Donà di Piave (VE), Ceggia (VE) , a cui si aggiungono le consociate all’estero:Fort Wayne (USA), Toronto (Canada) Limeira SP (Brasile), per un totale di una superficie produttiva di 161.000 mq.

L’attitudine alla dinamicità di Peg Perego è testimoniata anche dalle recenti realizzazioni: non solo la costruzione di un asilo nido dedicato al fondatore, Giuseppe Perego, situato proprio di fronte agli uffici a disposizione delle neo-mamme che lavorano in azienda, ma anche la ristrutturazione di tutta l’area industriale e la realizzazione di una moderna struttura di ristorazione per i dipendenti. Il sito http://www.pegperego.com/ , costantemente aggiornato, mette a disposizione del trade e del consumatore finale tutte le novità, i servizi e le informazioni utili quando si deve fare un acquisto importante. Possiamo parlare di “Sistema” Peg Perego: un modo di produrre improntato alla ricerca ed alla sperimentazione, al rigore produttivo, all’inventiva tecnica, anche a una forte cultura manifatturiera che risponde a consumatori esigenti in fatto di servizi e di sicurezza nell’acquisto di prodotti per bambini.

Solamente se l’industria è capace di tradurre le nuove idee in prodotti capaci di “entrare e resistere” nel tempo, queste idee assumono un ruolo nella cultura d’uso: è il caso della storia italiana di Peg Perego. Nel nostro negozio vasto assortimento di prodotti Peg Perego!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>