Vasino per bambini – ecco come aiutarlo ad imparare

Imparare a fare la pipì nel vasino senza pannolino è una delle tante conquiste che il bambino fa nei primi anni di vita.
Ma per essere sicuri che l’impresa abbia successo, è fondamentale rispettare alcuni punti.
Per prima cosa valutare se il bambino è pronto ad affrontare la nuova esperienza, poi sostenerlo ed incoraggiarlo al cambiamento d’abitudine.
Infine, è bene imparare a non avere fretta: si tratta di una tappa molto importante, che richiede tempo e pazienza. L’arrivo della bella stagione è un buon pretesto per abituare il bambino a restare senza pannolino.

Se qualcosa scappa, grazie al caldo, il cambio è ridotto a un solo indumento.
Va comunque considerato che l’età migliore per togliere il pannolino va dai 18 ai 24 mesi, periodo che, in genere, coincide con una fase di maturazione neuro-motoria tale da consentire al bambino di riconoscere lo stimolo e collegarlo all’evacuazione.
Si tratta, però, di tempi indicativi.

Vasino Bimbi

Vasino Bimbi

Ogni bambino ha ritmi diversi.
Dopo la nanna del pomeriggio il pannolino è asciutto? Smette di giocare e si apparta quando deve fare i bisogni? Si interessa alle pratiche igieniche dei familiari ed ha un ritmo intestinale regolare? Capisce quello che gli viene chiesto? Se sì, significa che è ora di passare al vasino.
In questa fase delicata, non sempre il bambino accetta di sedersi sul vasino, specie se non l’ha mai visto. A questo proposito è necessario che l’oggetto appaia familiare. Un’idea potrebbe essere quella di regalargliene uno verso i 18 mesi e permettergli di giocarci e provarlo, pur mantenendolo negli spazi dedicati all’igiene.

L’educazione al vasino, per quanto riguarda la “pupù”, ha tempi più lunghi.
Scoraggiarsi non serve, in questa fase, è fondamentale che il bambino sperimenti che dal suo corpo esce qualcosa e qualche insuccesso è da mettere in conto. Quando poi riesce a farla nel vasino, è importante complimentarsi con lui e lasciargli osservare con calma quello che ha prodotto. Buttare il tutto sbrigativamente rischia di lanciare un messaggio contraddittorio.

Per la buona riuscita dell’impresa non sempre è necessario che il vasino abbia le sembianze di un gioco: un oggetto semplice, sicuro, confortevole e facile da pulire può andar bene.
Tuttavia i modelli in commercio sono molto fantasiosi, sullo scaffale si possono trovare vasini a forma di animaletto, oppure con il volante, o la consolle dell’aeroplano, di sicuro un valido incentivo alla prova. Per i più piccini, meglio orientarsi su modelli provvisti di maniglie, per tenersi, e schienale rialzato.

Se il bambino non usa il vasino solo in bagno, può essere comodo il modello che prevede il porta rotolo, sistemato proprio nella parte posteriore, per consentire al piccolo di essere pulito con tempestività, ma anche per abituarsi a pulirsi da solo. Pensando ad un futuro più immediato, in previsione delle vacanze, il vasino pieghevole è l’ideale: occupa pochissimo spazio, un po’ come uno sgabello da pic-nic, e si chiude riducendosi in pochi centimetri di spessore.
Al momento del bisogno basta un gesto per aprirlo ed inserire il sacchetto igienico di raccolta.
Non richiede pulizia ed i sacchetti sono monouso. Vieni da noi e troverai sicuramente il trono adatto al tuo bimbo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>