Scaldabiberon o microonde? I vantaggi di entrambi

Mamma che allatta il bambino al biberon con scaldabiberon.

Domanda lecita, risposta insidiosa.

Siamo qui, in ogni caso, proprio per fare chiarezza.

Innanzitutto, a te, futura mamma, giustamente un po’ confusa su ciò che servir a te e al tuo bambino, spieghiamo a cosa serve uno scaldabiberon.

A cosa serve lo scaldabiberon

Lo scaldabiberon è un elettrodomestico utilizzato dai genitori di un bambino o neonato, per riscaldare il latte e mantenerlo alla giusta temperaura, evitando che si freddi.

Lo scaldabiberon si utilizza quando:

  • si allatta artificialmente;
  • si allatta al seno, ma si utilizza anche il tiralatte e la necessit è quella di riscaldare il latte materno;
  • si è in vacanza o fuori casa;
  • la fase di allattamento è terminata e la necessit è quella di scaldare il latte al mattino.

L’utilit di uno scaldabiberon dunque, è quella di riscaldare velocemente, alla giusta temperatura, il latte per il nostro bambino.

Fino a quanti mesi del piccolo è indispensabile utilizzare lo sterilizzatore? Ti chiederai. Non c’è un’et stabilita. Ogni mamma decide i metodi e gli strumenti che preferisce e, lo scaldabiberon non fa eccezione. Molti pediatri consigliano di passare da biberon a tazza, al compimento dei 12 mesi. Tuttavia, molti bambini bevono il latte con il biberon fino a circa 2 anni. Il latte nel biberon lo beve il neonato che allatta artificialmente. Ma non solo. A volte capita che chi allatta al seno perda, nel corso dei mesi, il proprio latte e ricorra ad una dose di latte artificiale per completare la dose nutritiva destinata al bambino. In quel caso, anche il bimbo che allatta al seno, utilizza il biberon per il “rinforzino”. Ancora, il latte nel biberon lo beve il bambino che ha la mamma che lavora, o si deve allontanare da casa, e ha utilizzato il tiralatte. in quel caso, il latte materno andr riscaldato e somministrato via biberon. Infine, utilizza il biberon, il bambino che, gi svezzato, assume latte alla sera, per rilassarsi o completare un pasto.

Tanti tipi di scaldabiberon.

Metodi alternativi per riscaldare il biberon: il microonde

Scaldabiberon o bagnomaria?

Decenni fa, quando ancora lo scaldabiberon non era commercializzato e diffuso, le nostre nonne utilizzavano il metodo del bagnomaria. Si riscaldava l’acqua in un pentolino e si immergeva il biberon per riscaldare il latte in esso contenuto. Questo metodo non poi così tanto antico, è ancora valido. Tuttavia il riscaldamento per immersione a bagnomaria, essendo meno avanzato, comporta che la temperatura del latte si controlli empiricamente, ossia utilizzando le nostre mani, e che il liquido si riscaldi, infine, tropo o troppo poco. Con lo scaldabiberon, invece, una volta impostato il valore della temperatura desiderata, il nostro lavoro finisce, poiché l’elettrodomestico si propone di raggiungerla e fermarsi.

Scaldabiberon o microonde?

Molte mamme dicono di non aver utilizzato affatto lo scaldabiberon, poiché gi provviste di forno a microonde. Pratico, gi reperibile in casa. Altre invece, sostengono che le onde elettromagnetiche emanate da un microonde recano danni. Per fare un po’ di chiarezza sull’argomento, possiamo dire che, anche il microonde assolve perfettamente alla funzione di riscaldare il latte per tuo figlio. E ciò non comporta significative modifiche delle caratteristiche della qualit del latte. Tuttavia, il riscaldamento via microonde, non è omogeneo. Importante è, quindi, agitare il biberon prima della poppata e verificare sulla propria pelle la temperatura del liquido, sperando che sia quella desiderata.

Gli svantaggi dell’uso del microonde quindi sono:

  • La temperatura del latte all’interno del biberon non aumenta in maniera uniforme. il rischio è quello che bevendo, il bambino si bruci.
  • Il latte si surriscaldi.
  • Il microonde non si può utilizzare fuori casa.
  • Il microonde non tiene in caldo.

Quale scaldabiberon scegliere

Ormai in commercio vi sono tantissime tipologie di scaldabiberon. La scelta tra i vari modelli proposti è sempre giusta, poiché, sono proprio le tue esigenze e le tue abitudini a incidervi.

Vi sono gli scaldabiberon classici, con il vano per un solo biberon. Oppure quelli con due vani, per i gemelli. Quelli più tecnologici, con schermo digitale. Gli scaldabiberon dotati di segnale acustico per avvertire che il latte è pronto. E ancora quelli che consentono di scaldare anche gli omogeneizzati. Tra tutti i tipi di scaldabiberon, noi ti consigliamo di acquistarne uno, anche senza troppe pretese, ma che sia provvisto degli attacchi per l’automobile, in modo da essere utilizzato anche in viaggio, gita fuori porta o vacanza. Una bella comodità.

Del resto, gli elettrodomestici, non servono per semplificare la nostra vita e rendere semplice ciò che un tempo sembrava impossibile?

Zia Cin

Chi sono Cinzia Margarito

Copy webwriter, Blogger e Social Media Manager, ma prima di tutto, on e off line, Zia per vocazione. Scrivo con la radio accesa, parlo troppo, riciclo e creo, talmente tanto, da non riuscire a seguire neanche una ricetta. Abito la Rete, ma vivo ancora dove il prato macchia i jeans.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sar pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>