Quando gli andrà via la crosta lattea ?

La dermatite seborroica è un disturbo della pelle molto frequente nei primi mesi di vita che colpisce per lo più il cuoio capelluto. Più nota con il termine di crosta lattea, in quanto un tempo erroneamente associata alla dieta a base di solo latte tipica del neonato, risulterebbe dipendere, in realtà, dall’eccessiva produzione di sebo (grasso) da parte di alcune ghiandole della pelle (le ghiandole sebacee) la cui attività tende a intensificarsi per effetto degli squilibri ormonali connessi alla persistenza nel sangue del piccolo di ormoni di origine materna trasmessi al feto nel corso della gravidanza.

Immagine sito www.tuttomamma.com

Immagine sito www.tuttomamma.com

Più precisamente il grasso prodotto in quantità superiore alla norma si mescolerebbe alle cellule desquamate della cute formando sulla testa del bambino degli strati che si presentano come croste di colore giallognolo.
Un altro fattore che sembra favorire la comparsa del disturbo è poi l’immaturità del processo di rigenerazione cutanea caratteristica del neonato: in pratica le cellule morte invece di staccarsi come accade di solito, si sovrappongono alle cellule nuove stimolando ulteriormente lo sviluppo delle croste.

È importante sapere che, nella maggior parte dei casi, la dermatite seborroica si risolve tra il terzo e il quarto mese di vita senza il bisogno di ricorrere a cure specifiche e senza determinare particolari disagi per il bambino.

Per prevenire il rischio di irritazione o infiammazione del cuoio capelluto del bebè è importante anche evitare di: grattare via le crosticine con le unghie; lavare troppo di frequente la testa al piccolo o farlo con prodotti aggressivi e inadatti alle caratteristiche della sua pelle delicata e sensibile; fare crescere le unghie al bebè in quanto, sfregandosi la testa, potrebbe irritare la cute nelle zone in cui sono presenti le croste, infettandole.

Scopri prodotti della categoria Piccola Puericultura del nostro sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>