Divento genitore: quale passeggino scegliere?

Passeggini quali scegliere.

La guida veloce al mondo dei passeggini che rende più facile capire le basi dell’argomento, per capire quale passeggino scegliere e acquistare.

Molti di noi, almeno una volta nella vita, si ritrovano ad essere genitori per la prima volta. Già, ma quale passeggino scegliere?

Cerchiamo di rendere tutto più facile e spiegarti l’abc dei passeggini, in modo che tu possa capire di cosa hai bisogno, prima di acquistare il “passeggino” sbagliato.

Mi perdoneranno gli esperti del settore per la semplificazione estrema.

Esistono 4 macro categorie di passeggini:

Passeggini, Carrozzine, Passeggini Duo, Passeggini Trio.

Passeggini: come sceglierli

Se sei totalmente digiuno dell’argomento, cerca di concentrarti su quella che è la rappresentazione di un passeggino nell’immaginario collettivo. I passeggini sono quelli formati da una seduta, un telaio con maniglione o due manici ed infine delle ruote (3 o 4). Ci siamo?

Ora, una cosa che forse non sai, è che i passeggini, in genere, si utilizzano per bambini, ma non per neonati. I neonati hanno bisogno di una carrozzina, per stare distesi. Nel passeggino invece, lo schienale è più dritto, non sempre reclinabile, e la seduta è adatta ad accogliere un bambino dai 6 mesi in poi (fino a 3-4 anni circa, a seconda del modello scelto). Ciò significa che nella vita di tuo figlio/a ci saranno almeno 2 passeggini: uno (carrozzina) dalla nascita ai 6 mesi e l’altro dai 6 mesi fino ai 3-4 anni, età in cui si smette di alloggiare su un passeggino e si iniziano a sognare i motorini. Ma questa è un’altra storia.

A seconda del peso o del numero e del tipo di ruote, il passeggino può essere classificato ulteriormente, come passeggino a 3 ruote, a 4 ruote, gemellare, leggero.

Passeggino Joolz Day.

 

Passeggino a 3 ruote

Il passeggino a 3 ruote è un passeggino sportivo e agile. Comodo durante le passeggiate, dinamico nei tessuti (sempre molto pratici), maneggevole, robusto, forse un po’ ingombrante, sia da aperto che da chiuso, di solito è il compagno ideale per avventure fuori città, per famiglie d’azione e per chi, in genere cerca la praticità e la stabilità in un unico prodotto. A volte è multi terreno (all terrain), ossia presenta ruote molleggiate e pronte ad affrontare terreni sconnessi e dissestati, come quelli che si possono trovare su strade di montagna, campagna, mare e bosco. Se lo scegli, ti consigliamo sempre, prima dell’acquisto, di verificare le sue dimensioni da chiuso e confrontarle con il bagagliaio della tua auto, per essere sicuro che ci entri perfettamente.

Per quanto riguarda i marchi di passeggini, ti consigliamo di dare uno sguardo ai modelli Baby Jogger, Quinny, Brevi e Peg Perego.

Passeggino a 4 ruote

Il primo passeggino della storia aveva 4 ruote. Questo già potrebbe bastarti per sceglierlo e andare sul sicuro. 4 ruote significano stabilità e, di passeggini con queste caratteristiche, ne troverai davvero di tantissimi tipi e stili. Un classico senza tempo che è stato capace di reinventarsi. Ed ora sul mercato troverai passeggini a 4 ruote eleganti, sportivi, multi terreno, minimal, colorati, semplici, ricchi di accessori. La seduta del passeggino a 4 ruote è sempre molto confortevole e spaziosa. I modelli prodotti negli ultimi anni, inoltre, presentano schienale reclinabile e, talvolta, anche un materassino riduttore (un materassino che si appoggia sulla seduta e ne restringe gli spazi con tanta imbottitura). Caratteristiche queste, che rendono il passeggino a 4 ruote anche adattabile ad un bambino molto piccolo o neonato, bisognoso di frequenti riposini e di tanta comodità in più.

Con il passeggino a 4 ruote affronti la città, le gite fuori porta e tutta la quotidianità che una famiglia saprà regalarti.

Tra i marchi più quotati, sicuramente Maclaren, il primo passeggino con chiusura a ombrello della storia; Joolz; Easywalker, Baby Jogger, Brevi, Be Cool, Britax, Cybex, Gb, Inglesina, Stokke, Peg Perego, Tuc Tuc, Recaro, Bugaboo, Jané e Stokke.

Passeggino Baby Jogger City Premier.

Passeggini gemellari

I passeggini gemellari sono quei passeggini disegnati, progettati e realizzati, esattamente per gemelli o fratelli vicini di età. Il peso che possono sopportare, la distanza tra i bambini, le dinamiche d’interazione tra loro e con il genitore. Tutto è calcolato alla perfezione per accogliere due bimbi. Ne troverai di fissi o di modulari. Quelli fissi hanno un’unica struttura ma due sedute (affiancate o in fila indiana). Quelli modulari invece consentono di smontare e agganciare a piacimento, le sedute del passeggino. In questo modo si possono sostituire con l’ovetto o la navicella, a seconda delle esigenze.

Tra i marchi che ti consigliamo sicuramente Bugaboo, Maclaren, Baby Jogger, Britax, Baby Monster, Inglesina, Peg Perego.

Passeggini Leggeri

Che presentino 3 o 4 ruote, se pesano circa 7 kg o anche meno, i passeggini possono essere classificati come leggeri. Ebbene sì, alcuni di loro pesano anche solo 3 kg e si possono sollevare con una mano. Ti rendono la vita facile, non c’è dubbio. Ovviamente però sono adatti a bambini già più grandicelli (6 mesi in poi). Il passeggino leggero ti aiuta a salire e scendere dai mezzi perché si afferra con una mano e si chiude velocemente. Pratico anche negli spostamenti in auto, entra nel bagagliaio e gira tutta la città, svolgendo il suo compito senza spendersi in performance d’eccezione.

Tra i super leggeri noterai cose dell’altro mondo: sedute e cestini portaoggetti in rete traspiranti, capottine in stretch, chiusure con una sola mano.

Per quanto riguarda i brand, se cerchi un leggero ti consigliamo: Babyzen, per i viaggi, in quanto è l’unico passeggino omologato per essere trasportato nella cappelliera dell’aereo; Maclaren, Brevi, Quinny, Recaro, Be Cool, Baby Jogger, Cybex , Gb, Easywalker e Peg Perego.

Passeggino adatto per aereo Babyzen Yoyo.

Carrozzine

La carrozzina è il mezzo di trasporto principale del tuo neonato, dalla nascita a circa 6 mesi. Accoglie il bambino in maniera distesa, lo porta a spasso e, se nel modello scelto, la parte superiore (culla/navicella) si stacca dalla parte inferiore (telaio/struttura con ruote), è possibile utilizzarla anche come culla in casa.

Un tempo vi erano solo carrozzine per la nascita e passeggini per la crescita. Oggi invece la carrozzina sa essere versatile, innovativa, così come il passeggino. La carrozzina, ad ogni modo, è un po’ ingombrante, difficile da trasportare e più costosa. Ma il suo fascino vintage è davvero imbattibile. Un marchio che possiamo consigliarti, per quanto riguarda le carrozzine classiche, è sicuramente Inglesina.

Punti piuttosto sulla praticità? E allora le alternative ad una carrozzina possono essere: passeggino duo, oppure passeggino trio, o ancora culla in casa + passeggino con schienale reclinabile e materassino riduttore.

Genitori spingono carrozzina.

Passeggini Duo e Trio

I passeggino Duo e trio sono dei sistemi di prodotti modulari che si usano sin dalla nascita del bambino fino ai suoi 24 mesi circa, e consentono di risparmiare un po’ sull’acquisto di diversi prodotti, poiché appunto ne includono già diversi. La loro particolarità è quella di trasformarsi ed essere versatili, a seconda delle esigenze durante i primi mesi di vita del neonato, ma soprattutto sono completi. Ti offrono in un’unica soluzione, tutto ciò di cui hai bisogno per il tuo bambino, almeno nel primo anno di vita.

Un passeggino Duo è composto da passeggino e carrozzina, oppure da passeggino e seggiolino auto per i primi mesi (ovetto).

Un passeggino Trio invece è composto da 3 elementi: passeggino, ovetto e carrozzina.

Elementi del passeggino trio.

Per approfondire la conoscenza dei passeggini Duo e Trio ti consigliamo di leggere il nostro post dedicato all’argomento.

Che ne dici, hai le idee più chiare ora?

Zia Cin

Chi sono Cinzia Margarito

Copy webwriter, Blogger e Social Media Manager, ma prima di tutto, on e off line, Zia per vocazione. Scrivo con la radio accesa, parlo troppo, riciclo e creo, talmente tanto, da non riuscire a seguire neanche una ricetta. Abito la Rete, ma vivo ancora dove il prato macchia i jeans.

2 thoughts on “Divento genitore: quale passeggino scegliere?

  1. Non ho visto i prezzi, si potrebbe dare qualche consiglio anche in base ai prezzi, magari si potrebbe scegliere per rapporto qualità/prezzo

  2. Buongiorno. No, in effetti, volutamente, non abbiamo parlato di prezzi. Questo perché il neo genitore, digiuno dell’argomento, ha bisogno di capire prima le caratteristiche strutturali dei passeggini e di ricercare quelle che, secondo il suo giudizio, possono servire ad affrontare le sue giornate quotidianamente.
    Inoltre, poiché abbiamo strutturato quest’articolo in 4 macro categorie di prodotto, non vi è una reale corrispondenza tra categoria e fascia di prezzo. Ossia, non possiamo dire al genitore “le carrozzine costano TOT., mentre i passeggini leggeri TOT.”. Con l’indicazione dei marchi, che troverà nel post, ad ogni modo, la mamma ed il papà possono cercare i prodotti e farsi un’idea della fascia di prezzo.
    In generale tuttavia, possiamo dire che, di solito, i passeggini Duo e Trio, essendo i più completi, sono quelli che hanno un costo maggiore. Ma ciò non accade sempre. Tutto dipende dal marchio e da altri fattori.
    Grazie del consiglio, in futuro sicuramente, realizzeremo un articolo con indicazioni sui passeggini in base al prezzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>