Qual’e il momento giusto per cominciare a… [ Prima Parte ]

Qualche tempo fa ho letto un articolo molto interessante sulla rivista INSIEME; secondo l’autrice Olimpia Mai, ci sono situazioni più favorevoli che rendono più facili i primi traguardi da raggiungere da parte del vostro bimbo, vediamole insieme…

6 mesi. Dargli i primi cibi solidi. Con lo svezzamento infatti il bimbo assaggia sapori nuovi e comincia a mettere a punto il gusto, solitamente si inizia con la frutta grattugguiata, scegliendo banana e mela.
Verso i sei mesi il bimbo riesce a stare seduto e a tenere la testa eretta, cerca di mettere le manine nel piatto per studiare la pappa, secondo l’autrice dell’articolo fonte di questo articolo è il momento giusto per cominciare a proporgli consistente diverse, come i primi cibi solidi.

6 mesi. Abituarlo a dormire tutta la notte. Quando dall’ultimo pasto della sera al primo della mattina passano almeno 5 ore significa che i vostro bimbo comincia a prendere il ritmo sonno veglia e saltare il pasto della notte. E’ il momento giusto per provare a ritardare di mezz’ora la poppata serale e spostare in avanti i tempi, se mangia a mezzanotte è facile che poi dorma fino alle 5 del mattino, se poi entro una settimana prende il ritmo è fatta ! Questo è il momento migliore per abituarlo a riaddormentarsi da solo.

12 15 mesi. Mangiare da solo con il cucchiaino. Quando il bambino comincia ad essere incuriosito dal cucchiaio in mano a mamma e pap mentre lo imboccano, se cerca di prenderlo, metterlo in bocca, giocarci… è il momento giusto per dargliene uno tutto per lui.
Da quel momento inizier a fare importanti sperimenti; girarlo tra le mani, misurarne l’ingombro e il peso, picchiarlo sul bordo del seggiolone o del tavolo per scoprirne il suono, lasciarlo cadere sul pavimento per il suo più classico test: valutazione della velocit di caduta + rumore e conseguente reazione materna 🙂

10 12 mesi. Bere dal bicchiere. Olimpia Mai nel suo articolo, scrive che la questione si gioca tutta sul coordinamento tattile visivo, in questo momento della sua vita il vostro bimbo comincia a parlare ed è in grado di indicare e afferrare bene gli oggetti e dunque può cominciare a prendere il bicchiere: ormai la sua presa è sicura ma se non riesce a vedere cosa succede dentro il bicchiere, non può calibrare presa e forza, e la dèbàcle è certa !

I form commenti di questo post e della seconda parte dell’articolo ( FONTE: rivista INSIEME – autrice Olimpia Mei ) sono a disposizione per condividere le vostre esperienze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sar pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>