Miglior biberon: come sceglierlo

Miglior biberon per bambini.

Il biberon è da sempre il miglior alleato di mamme e i papà nei primi mesi e/o anni di vita del proprio bimbo. Utile per lo svezzamento oppure per il nutrimento sin da piccoli, il suo acquisto è necessario, ma non sempre facilissimo.

Oggi, in commercio, esistono diversi tipi e formati di biberon. Dunque non è facile poter individuare il miglior biberon sul mercato. Ma noi proviamo ad indirizzarti in base alle tue esigenze, ok? Forza e coraggio!

Di certo con l’esperienza s’impara a distinguere alcune tra le caratteristiche che, sicuramente, il miglior biberon dovrebbe possedere.

Miglior biberon: Design del corpo bottiglia

Iniziamo dalle basi. Ilcorpo del biberon può presentare diverse forme.

    • La forma cilindrica più classica e diffusa certamente la cilindrica. Va bene, ma non è il top.
    • La forma del biberon incide sulla comodità quotidiana e la sua praticità d’uso quando il design è studiato ad hoc. Ecco perché sicuramente il miglior biberon, potremmo dire, dovrebbe presentare una forma ergonomica. Una forma, dunque sagomata, progettata per favorire una presa facile da parte del bimbo.
    • Una forma meno diffusa è quella a gomito, indicata per la suzione anticolica, ma comunque non tra le più utilizzate.
    • Infine, il biberon può presentare i manici, che consentono al bimbo di poter prendere con facilità ed utilizzare autonomamente il biberon. Il biberon con manici si usa per bimbi grandicelli, almeno dai 6 mesi in poi.

La capienza del miglior biberon

Secondo fattore che riteniamo fondamentale nella scelta del miglior biberon per le proprie esigenze, riguarda la capienza che, ovviamente è legata alle dimensioni del biberon stesso e alla quantità di liquido che deve fuoriuscirvi.

Lo so, inizia a farsi tutto vagamente complicato, ma non temere, è più semplice di quanto possa sembrare.

Come si sceglie la capienza del biberon?

In base all’età del tuo bambino. Per ogni età, infatti, è consigliata una specifica quantità di latte (in ml) ed un certo tipo di flusso che dipende dalla tettarella che sceglierai.

Mamma che allatta neonato con biberon.

I materiali del miglior biberon

Scegliere il miglior biberon per il tuo bambino significa anche scegliere i materiali. In commercio ormai, per fortuna, vi sono biberon che non contengono bpa (bisfenolo A: materiale tossico se sottoposto ad alte temperature) e ne trovi anche alcuni modelli realizzati con materiali anallergici. Il materiale riguarda il corpo bottiglia del biberon e la tettarella.

Per entrambi i pezzi vi sono diverse alternative.

Il vetro ad esempio era, fino a qualche anno fa, il materiale più diffuso per il corpo del biberon. Naturale, ma pesante e facilmente frangibile. Oggi invece il più diffuso è la plastica o polipropilene che, seppur meno ecologica del vetro, risulta molto più resistente agli urti ed alle cadute.

L’alternativa al vetro o plastica la troviamo invece nel silicone o nel lattice. Materiali più leggeri e resistenti, ma sicuramente più costosi.

Scegliere la Tettarella del biberon

Quando parliamo di tettarella invece, dobbiamo prendere in considerazione 3 scelte che riguardano: i materiali, la forma e il flusso.

I materiali della tettarella

Per quanto riguarda i materiali, la tettarella può essere realizzata in silicone, in caucciù oppure in silicone.

Il silicone è inodore, insapore, resistente anche alle alte temperature e adatto ad essere sterilizzato più e più volte. Tuttavia, la tettarella in silicone risente dell’inevitabile mordicchiamento dei bimbi (quando stanno cacciando i dentini ne hanno bisogno) e si buca facilmente.

Il lattice, di derivazione semi naturale, presenta un colore più giallo. Resistente, risente più del silicone della contaminazione batterica.

Il caucciù è un materiale naturale di derivazione vegetale. Naturale, resistente e adattabile al palato dei bambini, tuttavia, anch’esso risente più del silicone, delle contaminazioni batteriche.

Modelli di biberon.

La forma della tettarella

La forma della tettarella invece incide sul passato più o meno traumatico, per il bambino, dal capezzolo della mamma al biberon. Chiariamoci: non è una questione di vita o di morte, ma sicuramente possiamo consigliarti in questo senso per dare al piccolo ciò di cui ha bisogno. La tettarella a forma arrotondata, ad esempio, simile al capezzolo, è perfetta per il biberon da utilizzare nei primi mesi di vita.

La tettarella con forma di petalo è adatta ai bambini durante la fase di svezzamento, quindi intorno ai 6 mesi poiché presenta una punta piccola e schiacciata e risulta adatta ad una suzione naturale.

La tettarella a forma allungata, infine, è adatta ai bambini più grandi, già svezzati.

Il flusso della tettarella

Per quanto riguarda il flusso invece, la tettarella può essere progettata per rilasciare un flusso di liquido lento (presentano un solo foro sulla superficie), medio (3 buchi), veloce o regolabile. Il primo tipo di tettarella per biberon si utilizza nei primi mesi di vita. Il secondo per i bimbi tra i 5 e i 10 mesi di vita. La tettarella a flusso veloce si utilizza per i bambini già svezzati. Infine la tettarella regolabile, si adatta all’età ed alle esigenze del bambino, per cui rappresenta un notevole risparmio di denaro ed è sicuramente più versatile.

La tettarella anti colica

Un tipo di tettarella molto utilizzata oggi, è quella con valvola anti colica. Come sai, i bimbi spesso piangono perché hanno dolori al pancino provocati dalle coliche. La tettarella con valvola anti colica è realizzata in modo tale che una guarnizione intermedia garantisca il passaggio d’aria e limiti la formazione di bolle durante la suzione. Questo incide positivamente sulle coliche, prevenendole.

 

Come scegliere in conclusione? Le domande che devi fare a te stesso per la scelta sono sicuramente.

Quanti mesi/anni ha il mio bambino? Per scegliere capacità e tettarella.

Come riscalderò il mio biberon? In quale contesto il mio bambino utilizzerà questo biberon? Per scegliere materiale copro biberon e materiale tettarella.

Il mio bimbo soffre di coliche al pancino?

Spero di averti aiutato nella scelta del miglior biberon per il tuo bambino. Nel frattempo, guarda pure i modelli disponibili sul nostro sito per capire visivamente le differenze e good luck!

Tipi di biberon

Zia Cin

Chi sono Cinzia Margarito

Copy webwriter, Blogger e Social Media Manager, ma prima di tutto, on e off line, Zia per vocazione. Scrivo con la radio accesa, parlo troppo, riciclo e creo, talmente tanto, da non riuscire a seguire neanche una ricetta. Abito la Rete, ma vivo ancora dove il prato macchia i jeans.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>