L’importanza per i neonati dei Viaggi e vacanze

Vacanze con bambiniSpesso il pediatra si sente chiedere dai genitori se sia bene, per il bambini fargli cambiare aria.
Il cambiamento d’aria ha assunto un importanza vitale sia nei bambini che abitano in campagna o sulle rive del mare o montagna, ma per chi è costretto a vivere nei grandi centri urbani è un ottima cosa.
Per i bambini piu’ piccoli i lattanti, un viaggio rappresenta sempre un problema non insolubile basta avere un certo impegno.

Per il Viaggio bisogna tenere in considerazione il cambiamento di clima,
la durata del viaggio, l’uso del mezzo di trasporto, il mangiare il dormire e più in generale quella dei suoi ritmi di vita.
Se il bambino verra’ portato dal sud dell’Italia al nord tipo Torino verrà a trovarsi in una situazione climatica abbastanza diversa, in un atmosfera piu’ fredda, aria meno pulita, differenza di umidità ventilazione diversa, condizione diversa di caratteristiche meteorologiche, comprese le precipitazioni, la nuvolosità etc…
tutto questo non produrrà dei grandi danni sul bambino, ma richiederà dal suo organismo un certo sforzo di adattamento.

I lattanti sono piuttosto sensibili ai cambiamenti ambientali, e per qualche giorno possono verificarsi segni di malessere, dormono meno, sono più agitati, si nutrono con meno appetito, le loro funzioni intestinali dibentano irregolari. Poi tutto passa il bambino torna dopo pochi giorni ad essere quello di prima.
Questi fenomeni accadono sia che il bimbo venga portato da una città in pianura ad una località di montagna, sia che passi dalla campagna alla città industriale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>