Consigli sull’abbigliamento del neonato e del lattante

Pigiama neonatoPartiremo con il dire che gli indumenti dovrebbero servire essenzialmente a proteggere il corpo del bambino, questo è il punto di partenza per un abbigliamento razionale fin dal momento in cui egli vede la luce.
Si tratta ora di vedere contro cosa deve essere protetto il neonato.
Innanzitutto dal freddo quando fa freddo veramente però.

Se la temperatura ambiente è calda supponiamo di venti gradi o piu’, il neonato potrebbe benissimo rimanere completamente nudo.
Ci sono però piccoli problemi come la difesa della pelle del noenato contro sfregamenti, ed altri tipi di irriazione che possono essere prodotti dagli oggetti con cui il bimbo viene a contatto; oppure la difesa contro il rischio di inquinamenti, dato che la pelle del neonato è molto delicata e può facilemente essere colpita da infezioni di vario genere.
Pertanto è opportuno che qualche cosa si faccia indossare al neoanto, il meno possibile però, egli deve essere libero di muoversi come e quando può; di respirare, di gonfiare la pancia, importante è che il neonato non venga immobilizzato come una volta da fasce che provocherebbero danni alle ossa subendo alterazioni di forma e di posizione.

Se poi fa freddo meglio coprire il piccino con una copertina e lasciare il suo corpo il più libero possibili.
di notte sarà sufficiente una coprtina di protezione sopra un pigiamino di cotone.
Quindi per finire una cosa che non si dovebbe mai usare è l’indumento munito di elastici che stringono tanto da lasciare tracce rosse sulla pelle delicata del bimbo.
L’abbigliamento deve essere ridotto all’essenziale, non essere scomodi, non impedire i movimenti, non ostacolare una libera circolazione dell’aria a contatto con tutta la superfice corporea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>