La prima visita dal dentista

Nel momento in cui al tuo bimbo compariranno i primi dentini, sarà fondamentale portarlo regolarmente dal dentista.
In questo modo eventuali carie potranno essere individuate con tempestività ed il bimbo si abituerà presto a farsi visitare dal dentista. Chiedi a parenti e amici se possono indicarti un dentista specializzato per i bambini. Spiega in anticipo al tuo bimbo dove lo porterai e perché, in modo che sappia cosa lo aspetta.
Digli che il medico gli controllerà la bocca usando le mani o un piccolo specchietto, per verificare che tutto sia a posto. È preferibile che la visita si svolga di mattina, poiché il piccolo dovrebbe essere meno stanco e dunque anche meno lamentoso.

Nello spiegare al bimbo in cosa consisterà la visita, evita accuratamente di pronunciare parole tipo raggi X o aghi: spiegagli che il dentista non farà altro che contare i suoi dentini e tutt’al più potrebbe prenderne un piccolo calco. Rassicuralo sul fatto che questo non gli procurerà dolore. Se il tuo bambino è un po’ nervoso, permettigli di stare sulle tue ginocchia sulla poltrona del dentista. La visita durerà solo pochi minuti. La pulizia dei denti e delle gengive dovrebbe essere effettuata almeno due volte al giorno, o meglio ancora dopo l’assunzione di ogni pasto. Dalla nascita, fino al compimento dei 12 mesi, devi pulire le gengive ed i dentini delicatamente con una garza umida. Dall’età di circa 1 anno, è meglio iniziare con l’uso dello spazzolino, aggiungendo un dentifricio fluorato quando il bambino sarà in grado di sciacquare la bocca.

Igiene Orale Bambini

Igiene Orale Bambini

È meglio cominciare facendo capire al bambino che si tratta di un gioco. Dopo i 2-3 anni favorisci la pulizia autonoma, prima sotto il controllo di un genitore e poi sensibilizzando il bambino stesso. Una volta compiuti i due anni, il bambino dovrebbe essere capace di lavare i denti da solo, ma occorre comunque che siano mamma o papà ad aiutarlo. Scegli bene lo spazzolino di tuo figlio: l’ergonomia deve poter assecondare i suoi movimenti ancora un po’ impacciati e la sua tipica impugnatura a pugno. Gli spazzolini per bambini hanno le caratteristiche specifiche in base all’età; sono infatti studiati con testine per denti che cambiano, impugnature per mani che crescono, disegni e personaggi preferiti che trasformano il lavaggio dei denti in un momento piacevole. Altro dato importante è il sapore del dentifricio: quello preferito dai bambini ha un buon gusto alla frutta.

Ecco alcuni consigli per rendere più semplice questo gesto di igiene quotidiana: fagli tenere in mano il suo nuovo spazzolino. Uno originale e colorato con il suo personaggio preferito può attirare la sua attenzione e rendere più divertente. Fai in modo che si guardi allo specchio mentre si lava i dentini, per ridere delle espressioni divertenti che si fanno in questi momenti. Così facendo a 5 anni avrà una buona padronanza dei propri gesti e potrà così usare uno spazzolino con il manico grande e l’impugnatura antiscivolo. Dagli 8 anni in poi, grazie all’autonomia maturata anche a scuola, il bambino sarà capace di spazzolarsi i denti da solo e con regolarità. Dovrai solo verificare che segua la corretta igiene orale.

Raccontaci la tua esperienza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>