La frutta ai bambini – Prima Parte

La frutta è ricca di sostanze preziose, come vitamine, sali minerali e fibre. Inoltre è costituita per l’80-90% di acqua ed aiuta quindi a mantenere in equilibrio il bilancio idrico dell’organismo del piccolo. L’acqua, inoltre, è essenziale per lo svolgimento di tutte le reazioni chimiche che avvengono nell’organismo ed agisce come mezzo di trasporto dei nutrienti e delle sostanze da espellere e come regolatore della temperature corporea. Per tutti questi motivi la frutta non deve mai mancare nella dieta del piccolo.

Frutta ai bambini

Frutta ai bambini

Ed in particolare d’estate, proprio perché per le sue propriet permette l’idratazione dell’organismo del bambino, cioè la reintegrazione dei liquidi persi con la sudorazione dovuta al caldo. Pere, mele, banane, prugne, albicocche, pesche: ce n’è per tutti i gusti. E può essere data liberamente al bimbo (sempre però seguendo il calendario di introduzione indicato dal pediatra) perché ha un modesto contenuto calorico: rappresenta quindi la merenda ideale per il bimbo. La frutta poi è indispensabile anche perché è un’ottima fonte di vitamine, importanti per molte funzioni dell’organismo come l’accrescimento ed il funzionamento cellulare e l’assimilazione di proteine, grassi e zuccheri.

Contiene vitamine sia idrosolubili sia liposolubili. Un esempio delle prime è la vitamina C (che si trova in agrumi come arance, limoni, pompelmi, kiwi e nelle fragole): rinforza il sistema immunitario e serve per la protezione delle membrane cellulari, per la cicatrizzazione delle ferite e l’assorbimento del ferro. Le vitamine idrosolubili si sciolgono in acqua e quindi l’organismo non può eccedere nella scorta, in quanto l’eccesso viene eliminato con le urine. Queste vitamine vanno garantite quindi ogni giorno con l’alimentazione.

Esempi, invece, di vitamine liposolubili sono il betacarotene, precursore della vitamina A (presente in albicocche, cachi, pesche e melone), e la vitamina E (nella frutta oleosa), entrambi antiossidanti. Si sciolgono nei grassi e quindi l’organismo può anche accumularle per poi utilizzarle in caso di necessità. In particolare, il betacarotene è fondamentale per il benessere della pelle, degli occhi e delle mucose.

Continua…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sar pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>