i-Size: la nuova normativa per la sicurezza in auto dei bambini

Bambino in automobile sul seggiolino auto.

La sicurezza dei bambini in auto ha un nuovo nome. i-Size è la nuova normativa relativa al trasporto dei bambini. Ma quali saranno i vantaggi? Scopriamolo insieme!

La nuova normativa europea i-Size in materia di sicurezza bambini

Con l’entrata in vigore dell’ultima normativa i-Size in materia di sicurezza bambini, il viaggio in auto del tuo piccolo è diventato ancora più sicuro e ti spieghiamo perché. Ma andiamo con ordine.
Innanzitutto, se non lo sai, ogni bambino, agli occhi della legge e della morale, deve alloggiare in un apposito seggiolino durante i tragitti in auto. Questo per garantire la sua incolumità, in caso di impatti e urti del veicolo sul quale viaggia. Inoltre, dal 2010, diversamente dal passato, è stato stabilito che, i bambini fino a 12 anni o che comunque presentino una statura inferiore ai 150 cm, devono utilizzare assolutamente il seggiolino auto. Infine, dai test realizzati dalle principali organizzazioni motoristiche e dei consumatori internazionali si evince che il seggiolino rivolto contro il senso di marcia è il sistema di trasporto più sicuro in auto. Un ruolo fondamentale nella protezione del piccolo passeggero lo svolgono i sistemi con cuscino di sicurezza.

Dal 9 luglio 2013 è entrata in vigore la nuova normativa europea i-Size (ECE R129) che prevede nuove disposizioni e mette alcuni puntini sulle “i” della sicurezza bambini in auto. Diversi studi dimostrano infatti che, nonostante la sicurezza su strada, negli ultimi anni, sia migliorata, gli incidenti stradali sono ancora la causa principale di mortalità infantile in Europa. E tanti sono, purtroppo, i piccoli feriti sulla strada ogni settimana.
La normativa ECE R129, in particolare, si riferisce a tutti i bambini dalla nascita sino ai 150 cm e riguarda sia l’utilizzo dei seggiolini Isofix, che di quelli che si installano sulla vettura tramite cintura di sicurezza. Inoltre rende obbligatoria la protezione del piccolo da impatti laterali e definisce nuovi criteri di test di sicurezza.

Il suo sviluppo è previsto in 3 fasi.
Prima fase. Riguarda i seggiolini con installazione Isofix, i bambini  dalla nascita ai 105 cm ed è già completata ed in in vigore.
Seconda fase. Riguarda i  seggiolini con installazione Isofix e con cintura, i bambini da 100 ai 150 cm ed è in fase di sviluppo con definizione prevista entro la fine del 2015.
Terza Fase. Riguarda i seggiolini con installazione con cintura, i bambini dalla nascita ai 105 cm ed è anch’ essa in via di sviluppo con definizione prevista entro la metà del 2016.

Cosa cambia in 5 punti chiave

Ma cosa cambia concretamente con la nuova normativa in vigore?
1. Migliora la protezione per la testa e il collo del bambino sia in caso di impatti laterali che frontali. Fino ai 15 mesi di età del bambino, diventa obbligatorio farlo viaggiare in senso contrario di marcia, per una maggiore sicurezza.
2. Si riducono i rischi di installazione non corretta del seggiolino auto, perché i-Size prevede l’utilizzo della base Isofix che è più sicura dell’utilizzo delle cinture per bloccare il seggiolino.
3. I seggiolini i-Size sono compatibili con quasi tutte le vetture che presentano agganci Isofix.
4. La classificazione dei seggiolini auto ora viene fatta in base all’altezza del bambino e non più in base al peso.

Seggiolino auto per bambini in auto.

Il contributo di Dorel

Alla messa a punto della normativa i-Size hanno contribuito in maniera importante diverse realtà, enti, associazioni e marchi leader di settore, tra cui l’azienda Dorel.
Per la definizione della normativa i-Size, infatti, l’UNECE (Commissione Economica Europea delle Nazioni Unite), ha utilizzato le competenze del Centro Tecnico all’avanguardia di proprietà di Dorel, che vanta esperienza pluriennale nell’ideazione e produzione di seggiolini auto. Dorel in particolare si è impegnata a:

  • proporre un protocollo di test d’impatto laterale accettato dagli esperti a livello europeo;
  • proporre regole di compatibilità del supporto Isofix, affinché siano osservate da tutti i  produttori di autovetture;
  • formare i protagonisti del settore per far capire ai consumatori i benefici della nuova normativa;
  • contribuire alla nuova classificazione dei prodotti in base all’altezza impiegando i risultati di un’indagine di misurazione sui bambini;
  • ideare e produrre una linea completa di prodotti i-Size e seggiolini auto Bébé Confort (di Dorel).

I vantaggi dei seggiolini i-Size

Scegliere un seggiolino omologato i-Size (ECE R129) significa usufruire di un livello di sicurezza più alto rispetto ai seggiolini omologati con la vecchia normativa (ECE R44).
In particolare, i seggiolini i-Size offrono:
1. Una protezione migliore e una sicurezza maggiore in caso di impatto laterale, poiché i test sono stati effettuati ad hoc.
2. Una migliore protezione della testa e del collo del bambino che non è ancora sviluppato e quindi è più delicato. Con il senso contrario di marcia, in caso di impatto, tutte le forze dello stesso vengono sostenute al meglio perché distribuite su una superficie più ampia.
3. Meno errori nell’installazione con l’utilizzo del sistema Isofix.
4. Più compatibilità dei seggiolini alle automobili in commercio.

Ed ora ti starai chiedendo: devo buttare via il vecchio seggiolino?
È bene quindi precisare che la legge non obbliga i consumatori a sostituire gli attuali seggiolini in uso con un modello i-Size. ECE R129, infatti, non sostituisce ECE R44-0, poiché la nuova normativa (i-Size-ECE R129) e la precedente (ECE R44), rimarranno contemporaneamente in vigore nei prossimi anni.

Questo approfondimento ti è servito per comprendere meglio le nuove regole i-Size per la sicurezza in auto di tuo figlio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>