Il lavoro di adattamento ambientale del neonato

Neonato capricciosoSecondo uno studio recente il bambino per nascere “del tutto” impiega un mese dal momento del parto.
Significa che il neonato dal giorno in cui viene alla luce inizia un lungo e costante lavoro di adattamento ambientale, lavoro che può considerarsi concluso dopo 4 settimane circa.
Dopo questo periodo non è che si vedano enormi differenze nei movimenti del bimbo rispetto a quelli che egli era in grado di compiere appena nato; ma nel compesso il bimbo dimostra di essere semplicemente abituato al mondo.

In verit√ il suo sistema nervoso si √® sviluppato, si √® organizzato meglio ma √® ancora ben lontano dalla perfetta efficienza e quindi il bambino presenta ancora tutta una serie di azioni e fenomeni che dimostrano il persistere il lui di una certa instabilita’.
Egli passa ancora inopinatamente e spesso, dal sonno alla veglia nei momenti meno opportuni,o viceversa; di tanto in tanto fa dei movimenti improvvisi la respirazione appare notevolmente irregolare, con arresti, riprese, accelerazioni e rallentamenti.

Spesso starnitisce senza alcun motivo apparente, succhia cio’che gli capita, oppure rifiuta ostinatamente il seno o il biberon, per poi attaccarsi con ferocia e un minuto dopo rigurgita a tutto spiano per intere giornate mentre in un periodo successivo non lo fa piu’.
E’ in questo periodo che i genitori vanno un p√≤ in allarme sembra che tutto ci√≤ che il bambino fa sembra un segno di qualche orrenda malattia, ogni giorno si trovano di fronte a qualcosa di nuovo e di improvviso; temono che ogni manifestazione sia anormale.
Invece tutto √® perfettamente normale √® solamente una residua instabilit√ di comportamenti e nulla di piu’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sar√ pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>