Il Test per la mamma in spiaggia. L’educazione dei bambini

L'educazione dei bambini: il test

Tuo figlio è educato? Sei una brava mamma? Scopriamolo con il Test dell’estate 2016 sull’ educazione dei bambini, da fare insieme alle amiche mamme per sfidarsi, divertirsi insieme e imparare qualche trucchetto sull’educazione dei bimbi!

L’educazione dei bambini

Quante volte mamma ti è capitato di intraprendere una discussione con altre mamme circa l’educazione dei bambini. Ogni mamma educa il proprio figlio a suo modo, seguendo i propri valori ed insegnamenti tramandati in famiglia, nonché le esperienze di vita che l’hanno portata a comportarsi in un certo modo piuttosto che in un altro. Non esistono metodi universali, solo consigli di esperti del settore e psicologi affermati. Con il nostro test, realizzato in base alle loro indicazioni, puoi provare a capire se il tuo metodo educativo è esatto o se sei sulla buona strada. Sfidati con le tue amiche in spiaggia. Ci sar da divertirsi!

Il test: Educhi bene tuo figlio?

1. Con i bambini è importante:
A. Far capire chi comanda.

B. Far capire chi stabilisce le regole in famiglia.

2. Quando stabilisci che tuo figlio deve comportarsi in un certo modo:

A. Se l’altro genitore non è d’accordo difendi fino alla fine le tue idee. Davanti al bambino è importante far capire chi ha il potere in casa.

B. Cerchi di comunicargli che tra mamma e pap c’è accordo e prima di impartire un ordine, ti chiedi sempre se sia davvero utile alla crescita del tuo bambino.

3. Se tuo figlio non fa quello che gli dici, cosa fai?

A. Cerchi di convincerlo con il ragionamento e, nel caso non dovesse funzionare, urli in modo da metterlo al suo posto.Niente capricci!

B. Prova a spiegargli con voce calma che le regole sono uguali per tutti e che tu lo fai per il suo bene. Prevedi poi una sanzione, un piccolo castigo alla quale si atterr nonostante abbia capito la lezione.

4. Per il bene di tuo figlio:

A. Non gli fai mancare niente, lo aiuti in ogni sua mansione e lo vizi quel tanto che basta per consentirgli una vita senza pensieri, almeno fino a che è sotto il tuo tetto. Lui dovr avere tutto ciò che tu non hai avuto.

B. Cerchi di abituarlo all’indipendenza affinché nella vita impari il metodo per “trovare sempre una soluzione”. Lo abitui a mangiare solo il prima possibile, gli imponi di svolgere i compiti da solo anche se non riesce a completarli, lo inviti a mettere a posto i suoi giochi, lo sproni ad esprimere i suoi sentimenti affinché, verbalizzandoli, non li tenga oppressi scoppiando in seguito.

5.  Nell’educare tuo figlio:

A. Sei consapevole che fare troppe coccole potrebbe farlo diventare dipendente da te, perciò, anche quando non vorresti, per il suo bene, ti dimostri fredda e imparziale, per comunicargli una certa severità, affinché ti ubbidisca.

B. Al di l degli sbagli e dei capricci, quando il tuo bambino fa il bravo glielo dici. Inoltre gli dici tutti i giorni che gli vuoi bene e che sei felice che sia tuo figlio.

Risultati

Prevalenza di A

Sicuramente sei una brava mamma, piena di buoni propositi e amore per tuo figlio. Nonostante ciò devi cercare di affinare le tue tecniche educative nei suoi confronti. Trovare una via di mezzo tra la severit e l’estrema bontà. Essere concessivi fa bene al bambino nella misura in cui si è comportato bene e deve essere premiato, ma viziarlo fa male alla sua crescita ed a tutta la famiglia. Prenditi un po’ di tempo per te e decidi, insieme al tuo compagno, qual è il metodo giusto per educare vostro figlio. Come vi comporterete in casi specifici. In questo modo seguirete sempre una linea comune e coerente, dimostrando al bambino che l’esperienza derivante dalla vostra età, lo possono guidare al meglio durante il cammino della vita.

Prevalenza di B

Probabilmente non sei il genitore perfetto, ma chi lo è? Sei sicuramente sulla buona strada, perché hai capito che non sempre quello che ti andrebbe di fare corrisponde a ciò di cui ha bisogno il tuo bambino. Sei consapevole dell’importanza del tuo ruolo nella sua educazione e cerchi di attuare severit e compiacenza in maniera alterna, seguendo tuttavia un criterio ben preciso. Continua così! E se qualche volta sarai tu stessa in difficoltà, ricorda di chiedere consiglio proprio a lui. Gli far piacere essere coinvolto nel processo decisionale della famiglia e gli far capire che lo ritieni intelligente e che lo rispetti. Per i bambini essere tenuti in considerazione è molto importante.

L'educazione dei bambini e le regole.

Spiegazioni e approfondimenti sull’ educazione dei bambini

Domanda 1

Più che stabilire dei comandi, con i figli è bene impostare delle regole oggettive e per questo non sindacabili. A che ora si rientra a casa, come si sta seduti a tavola, l’orario per svolgere i compiti, ecc. sono tutte regole da stabilire a priori e far rispettare senza indugi o eccezioni. Importante è anche dare l’esempio in merito. Il rispetto si ottiene dimostrando di credere in ciò che si esorta a fare.

Domanda 2

Affinché il bambino non venga confuso dai metodi educativi applicati in famiglia, è molto importante che percepisca che le regole vengono decise da entrambi i genitori e che loro sono d’accordo in merito ad esse. Le regole stabilite inoltre, devono essere chiare, realistiche ed adeguate all’et del bambino, nonché utili alla sua crescita e non frutto di un mero capriccio o necessit dei genitori.

Domanda 3

Quando il genitore non ha ben chiaro un progetto educativo da perseguire, accade che cerchi di risolvere tutto in maniera Zen, ma poi, visto che i bambini sono imprevedibili, capiter inevitabilmente che la calma terminer e si lascer spazio alle urla. Le urla destabilizzano il bambino e gli fanno avvertire l’insicurezza di mamma o pap che, in quel caso, perde in primis il controllo. Il ragionamento invece, serve per affrontare qualsiasi dissapore tra genitore e figlio. Dopo che avrai spiegato le ragioni che ti spingono a comportarti in quel modo, dovrai prevedere un piccolo castigo, da attuare senza eccezioni. In questo modo, con la ripetizione di tali gesti, il bambino riuscir a distinguere cosa è giusto da cosa è sbagliato.

Domanda 4

Segretamente ogni mamma spera di essere sempre indispensabile per il proprio bambino. Quando nascono i figli infatti, dipendono interamente dai genitori e, la loro indipendenza durante la crescita, per alcuni genitori è gestita come uno shock. Comportamenti sbagliati nell’ educazione dei bambini sono quelli votati alle coccole eccessive ed ai vizi. Non fa bene al bambino sentirsi dire che ha sempre ragione nei confronti di altri suoi coetanei, che è il più bravo, aiutarlo in ogni cosa che fa, non spingerlo mai a superarsi e aspettare che impari da solo. Spronarlo a diventare grande è il primo compito di un genitore. Anche se fa male, il ruolo di mamma e pap è proprio questo. Un giorno vi ringrazierà!

Domanda 5

I bambini hanno sempre bisogno di incoraggiamento e di conferme d’amore. Le parole dolci, quando sono piccole, non sono mai troppe. Tuo figlio ha bisogno di capire e sapere sempre che tu lo ami e che sei felicissimo di averlo con te. Non ti stancare mai di dirglielo. Inoltre, se da un lato ti devi dimostrare imparziale e coerente con le tue stesse decisioni, lo aiuterebbe molto sentirsi dire un bel “bravo” ogni volta che agisce in maniera corretta, solidale e giusta. Questo incoraggiamento gli serve per crescere!

Zia Cin

Chi sono Cinzia Margarito

Copy webwriter, Blogger e Social Media Manager, ma prima di tutto, on e off line, Zia per vocazione.
Scrivo con la radio accesa, parlo troppo, riciclo e creo, talmente tanto, da non riuscire a seguire neanche una ricetta. Abito la Rete, ma vivo ancora dove il prato macchia i jeans.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sar pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>