Sono incinta: come arredare la cameretta Montessori?

 

Cameretta Mntessori per bambini

La cameretta Montessori, per il nostro bambino, deve essere uno spazio da vivere e giocare, in autonomia e con responsabilità. Ecco come arredare la camera del bebé secondo il metodo della scienziata e pedagogista italiana più famosa nel mondo.

Aspetti un bimbo e progetti gli spazi di casa che saranno dedicati a lui? Sei gi mamma e vuoi rendere la cameretta del tuo bimbo, un posto speciale? In questo post di diamo qualche idea.

La cameretta Montessori: dal metodo al design

La cameretta Montessori, prende il suo nome dalla scienziata e pedagogista italiana, conosciuta per il suo metodo educativo sperimentale e rivoluzionario. Maria Montessori fece una constatazione molto semplice: se il bambino è libero di muoversi e organizzarsi da solo, senza l’intervento di un adulto che gli indichi cosa e quando farlo, è più forte lo sviluppo della sua personalit e il piccolo riesce a responsabilizzarsi anche circa le sue azioni.

– Questa è la storia più antica del mondo. Ci sono sempre state mamme che hanno scelto tutto per i propri figli, dagli abiti al percorso di studi,  e si sono meravigliate,  se poi, una volta arrivato all’università, il “piccolino” (di 20 anni) non aveva le capacit di elaborare un proprio metodo di studio e di terminare il percorso intrapreso. E poi ci sono mamme come la mia, che invece, era troppo buona e non riusciva a impormi la sua volontà, neanche sulla scelta degli abiti da indossare ad una cerimonia di famiglia. Povera! Il risultato? Ad un matrimonio estivo mi sono presentata con una gonna di lana. Faceva caldo? Tanto. Mi guardavano tutti? È vero. Ma che stile! Moda, in fondo, non significa osare? –

Scherzi ed aneddoti a parte, riprendiamo il nostro focus:metodo Montessori. L’arredo della cameretta Montessori non è prettamente costoso, non si rif ad un design in particolare, anzi!  È facile da ricreare in un ambiente gi a disposizione. Lo scopo ultimo della cameretta montessori è quello di fornire al bambino, dei validi stimoli, per sperimentare e crescere, consentirgli di realizzare ed organizzare le proprie attività.

Nello sviluppare e diffondere la sua didattica, “Metodo” non è stato sicuramente uno dei vocaboli più amati ed utilizzati dalla Montessori per definire l’insieme delle attivit di supporto da lei consigliate. Piuttosto preferiva “aiuto alla vita” e “sostegno allo sviluppo del bambino”. Questo perché, vedeva l’insegnamento come un processo di valorizzazione delle capacit infantili e non un mero metodo scientifico.

Sfatiamo un altro mito? Quando leggi sul web “materiali montessori”, oppure “arredi montessori”, non credere si tratti di oggetti costosi o ben identificati. Si tratta, piuttosto, di oggetti che incoraggiano il bambino all’azione. Di mobili funzionali al 100%, di arredi che stimolano il suo apprendimento, in base alla sua età.

Per approfondire la conoscenza del metodo Montessori, ti consiglio di leggere il post di UPPA dedicato all’argomento.

Camera dei bambini Montessori.

La cameretta montessori: come arredarla

I piccoli sono piccoli e la loro infanzia v rispettata. Spesso ce lo dimentichiamo e, nel prepararli alla vita che li aspetta, sottoponiamo i bambini a delle attivit più adatte agli adulti, che a loro.

La cameretta montessori è uno spazio che, personalmente, adoro (la vorrei per me), perché è un ambiente bambinocentrico. Rispetto all’arredamento composto da mobili alti, eleganti e raggiungibili solo da un adulto che ”accompagna” il bambino, nella cameretta montessori, l’infante si riappropria dei propri spazi, visibilmente dedicati alla sua età.

Nella cameretta Montessori il bambino non è più “ingabbiato” in un seggiolone, in un lettino con sbarre, in porte chiuse. Esce ed entra dagli spazi creati ad hoc, in libert ed autonomia. La cameretta Montessori consente al bambino di ospitare l’adulto e non il contrario. È l’adulto ad adattarsi all’altezza di sedie, tavoli e letti. Non viceversa. Le gerarchie non esistono più. Esiste un rapporto bambino – adulto, di scambio reciproco.

La cameretta Montessori: i must have

Quali sono dunque i Must have della cameretta Montessori?

1. Il lettino Montessori

Il lettino Montessori è un lettino basso ma sicuro. Il bambino può muoversi in autonomia, scendervi ogni qualvolta lo desidera. Essendo basso (praticamente presenta solo l’altezza del materasso), quando ha gi 3 anni, se cade, non si fa neanche male. Se invece è più piccolo, una piccola spondina al centro della lunghezza del materasso potr aiutarlo a non precipitare.

Una caratteristica di alcuni lettini Montessori nelle camerette, è quella di rappresentare, nella forma, una casetta. Quasi un vero e proprio luogo, dove abitare il gioco ed il relax, per il nostro bambino. Se ti piace l’idea, sul nostro store online, ad un ottimo prezzo, troverai il lettino della linea Stokke Home, a forma di casetta, in legno naturale (tre colori disponibili), che può essere personalizzato con tenda sulla struttura, un tetto, paracolpi e materassi.

lettino nella cameretta Montessori.

2. L’angolo libreria

Quanto è bello l’angolo libreria della cameretta Montessori! Basta un angolo della stanza, alcune mensole bianche e il gioco è fatto! Sono i libri ad essere i protagonisti e il bambino può afferrarli e leggerli ogni volta che ne ha voglia. Le mensole, ovviamente, devono essere montate sulla parete ad altezza bambino.

La libreria ad altezza bambino nella cameretta Montessori.

 

3. La tenda

Da quando abbiamo letto Peter Pan tutti noi abbiamo sognato di vivere avventure speciali con pirati, indiani e fatine. Con la cameretta Montessori, il sogno si avvera ogni giorno. Dalle immagini che ho trovato per voi sul web, vedo che alcune mamme hanno realizzato una tenda sul tappeto, con cuscini morbidi, libri e giochi. Altre invece, hanno realizzato la tenda direttamente sul letto, come fosse un piccolo baldacchino. Bellissimo, soprattutto se impreziosito con serie di luci, per un’atmosfera magica!

La tenda nella cameretta montessori.

4. La radio

Per il metodo Montessori, la musica è fondamentale per l’educazione e la crescita personale del bambino. Una radio in camera, magari quando il bambino è un po’ più grande ( e quindi non gioca con le manopole alzando troppo il volume), è ideale per rendere il bambino autonomo nella scelta del genere musicale che desidera ascoltare, e per creare nella cameretta Montessori un’atmosfera di divertimento o relax.

5. Organizzazione

Gli scatoloni caotici dei giocattoli, nella cameretta Montessori, sono al bando. Graditi invece cesti e cassetti, da organizzare per tipologia di gioco. Piccole mensole raggiungibili dal braccino del bimbo. Armadietti che possa aprire e chiudere. L’organizzazione degli oggetti negli appositi contenitori è anch’esso un gioco e il bambino imparer che ogni elemento ha un suo posto specifico, imparer a mettere in ordine da solo.

Il metodo montessori applicato alla cameretta dei bambini.

6. Tutto a portata di mano

Tutto a vista! Che ci importa di ciò che non vediamo o è troppo in alto da raggiungere? Nella cameretta Montessori ogni oggetti deve essere afferrabile dal bambino, che ne può fare l’uso che desidera (altrimenti perché metterlo nella sua cameretta?). Tutto deve essere a portata di mano. Il tappeto a terra può diventare un ambiente perfetto per esplorare il mondo dalla propria camera. Lo specchio ad altezza occhi di bambino gli permette di conoscersi ed esplorare il suo corpo (ooooh, ho due manineeee), le giostrine ed i giocattoli riposti su mensole basse, possono essere afferrate subito. Tutto è possibile e a misura di bimbo. Un sogno!

7. Niente di inutile

Ogni arredo della cameretta Montessori deve avere una funzione ed una collocazione nell’ambiente. Se è un giocattolo è rotto o guasto, via! Deve uscire dalla stanza. Tutto deve servire a stimolare il bambino e non a metterlo in una condizione di frustrazione per il fatto che non possa utilizzare quel determinato gioco.

Ambienti ordinati nella cameretta montessori.

Che ne pensi dei consigli che ti ho dato e delle foto che trovato sul web? Seguici con l’hashtag #scuolapermamme

Adesso (bambini a parte) chi convince mio marito a realizzare una cemeretta montessori tutta per me?

Mentre aspetto un tuo commento al mio post, ti lascio con una frase della nostra eroina.

“Se v’è per l’umanit una speranza di salvezza e di aiuto, questo aiuto non potr venire che dal bambino. Perchè in lui si costruisce l’uomo

Maria Montessori

 

Foto credits:

 

apartmenttherapy.com

Decorforkids- Instagram

1000plusgifts.blogspot.com

shknws.com

https://www.flickr.com/photos/kirstenwilliamson/

https://wenmedia.wordpress.com/2012/11/08/boekenplank-voor-de-kinderkamer/

family-nation.it

Styleroom.fi

https://i.pinimg.com/

http://rockrosewine.com/2013/05/31/montessori-style-floor-bed/

Zia Cin

Chi sono Cinzia Margarito

Copy webwriter, Blogger e Social Media Manager, ma prima di tutto, on e off line, Zia per vocazione.
Scrivo con la radio accesa, parlo troppo, riciclo e creo, talmente tanto, da non riuscire a seguire neanche una ricetta. Abito la Rete, ma vivo ancora dove il prato macchia i jeans.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sar pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>