Allattamento e svezzamento. Il parere del Dottore Nutrizionista

Nutrizionista risponde alle domande delle mamme su allattamento e svezzamento.

Allattare, fino a quando? E quali sono gli alimenti più adatti per svezzare? Oggi, alle domande che tutte le mamme si pongono su tutto ciò che riguarda allattamento e svezzamento, risponde la Dottoressa Biologa Nutrizionista con il gioco del Vero/Falso. Che ne dici di giocar con noi? Segna il tuo punteggio e scopri se sei una mamma preparata!

Mamme si nasce, ma un po’ si diventa. Sei d’accordo? Oggi, in questo post, approfondiamo alcuni temi che ti stanno a cuore. E lo facciamo con un gioco!

In passato, su questo blog, ti abbiamo già fornito dei consigli utili, raccontandoti quali sono le precauzioni che una mamma dovrebbe prendere mentre allatta il suo bambino, quali i vantaggi di un metodo naturale o artificiale, e poi indicandoti il kit perfetto per l’allattamento.

Oggi continuiamo ad indagare sull’argomento e chiediamo l’intervento di un’esperta di nutrizione, con la quale approfondiremo i temi più discussi: allattamento e svezzamento. Sulla questione infatti, c’è ancora tanta confusione tra le mamme alle prime armi. Tutto normale. Ecco perché, come fossero fastidiosi sassolini nelle scarpe, ci toglieremo qualche piccolo grande dubbio insieme.

Domande e risposte su allattamento e svezzamento.

Allattamento e svezzamento: Vero – Falso

Le nostre clienti mamme, sono spesso giovani o primipare, e desideriamo fornire loro dei consigli utili e chiari per affrontare momenti delicati della loro vita, come quello dell’allattamento e dello svezzamento. Le domande più diffuse sono “Allattare, fino a quando?”, e “quando iniziare lo svezzamento?”.

Ecco perché oggi abbiamo il piacere di ospitare, sul nostro blog, la Dottoressa Biologa Nutrizionista Valentina Galiazzo, specialista in Biochimica Clinica, che per noi, si  prestata ad un vero e proprioÂGioco del Vero/Falso sui temi allattamento e svezzamento. Mamma. ti andrebbe di giocare con noi e magari con le tue amiche? Leggi l’affermazione, rispondi ed infine scopri la risposta. Il tuo punteggio finale ti dirà se sei una mamma preparata sull’argomento.

Iniziamo subito!

1. Il latte materno è ricco di sostanze nutritive ed è migliore del latte artificiale.

Vero. Assolutamente si. Il latte materno è da preferire a quello artificiale per diversi motivi: è più leggero e quindi più digeribile di quello artificiale, contiene la giusta quantità di nutrienti ( proteine, grassi, acqua, vitamine,minerali) per il bebè, e anche tutti quegli anticorpi che aiuteranno il corretto sviluppo del sistema immunitario del piccolo.

2. Solo il latte materno aiuta il bambino a sviluppare gli anticorpi necessari per rafforzare le sue difese immunitarie.

Vero. Il latte materno contiene sostanze che non si trovano nel latte artificiale proprio come ormoni e anticorpi. Questi ultimi, tuttavia, vengono trasmessi soprattutto nei primi giorni di allattamento, con il “colostro”: il primo latte secreto dopo il parto ricchissimo appunto di anticorpi.

3. Se si ha la possibilità ed il latte materno non manca, è meglio allattare il bambino finché ne gradisce il gusto, anche se supera l’anno di età.

Falso. Il momento migliore per iniziare lo svezzamento è intorno al 5-6 mese di età. E sebbene il latte rimanga l’alimento principale fino all’anno di età, occorrerà integrarlo con cibi aggiuntivi, in modo da soddisfare a pieno i bisogni nutritivi del bambino.

4. Il latte materno è, per le sue caratteristiche di digeribilità ed alto livello di apporto nutritivo, il solo alimento adatto al 100% alla fisiologia del neonato dell’uomo.

Vero. Per il  neonato è sicuramente l’alimento più completo e migliore che ci sia. Come abbiamo detto prima, il latte materno contiene tutte quelle sostanze necessarie a soddisfare le esigenze nutritive del bambino e non solo. Contiene tutto ciò che è indispensabile per lo sviluppo del sistema immunitario, mucosa intestinale, vista, crescita e tanto altro ancora.

Neonato dal dottore.

5. Dopo i sei mesi di vita del bambino, non sia più necessario allattare il bambino al seno materno.

Falso. Dopo i sei mesi di vita, sicuramente si può iniziare uno svezzamento graduale. Si può parlare anche di “alimentazione complementare”, in quanto si va ad integrare tramite cibi differenti, ciò che il latte non è in grado di fornire da solo.

6. Lo svezzamento deve essere combinato all’allattamento per circa 2 mesi.

Falso. Lo svezzamento è quel momento in cui si passa da una alimentazione esclusivamente a base di latte ad una contenente cibi differenti. Questo passaggio deve essere quindi graduale e consisterà in una alimentazione combinata, composta da latte e altri alimenti. I nuovi alimenti andranno introdotti poco alla volta, per valutarne la digeribilità e il gradimento. Con il passare del tempo poi, il numero delle poppate diminuirà e aumenterà la varietà degli alimenti, fino a un avvicinamento sempre maggiore alla tavola degli adulti.

7. I cibi adatti alle prime pappa per lo svezzamento sono le verdure.

Vero. Si inizia prima con le verdure per poi inserire altri alimenti. Il consiglio è di variare quanto più possibile le verdure proposte in modo da stimolare il gusto nel piccolo.

8. La carne ed il pesce vanno introdotti nell’alimentazione del bambino solo dopo alcune settimane dall’inizio dello svezzamento.

Vero. I primi cibi da introdurre saranno le verdure passate, seguite dalla carne omogeneizzata o liofilizzata (prima di tutto il pollame e successivamente vitello, coniglio e agnello) e a seguire il pesce. Iniziando sempre dai pesci più magri.

Quale punteggio hai totalizzato con il nostro gioco? Sperando in un 8/8, ilÂVero/Falso di Nidodigrazia, per questa volta, si conclude qui. Ed ora che, grazie alla Dottoressa Galiazzo, abbiamo capito che allattamento e svezzamento sono due fasi delicate che ad un certo punto si sovrappongono, cara mamma, dipende tutto dal tuo bimbo, dai suoi tempi, dalle sue abitudini e propensioni. Come avrai già capito, ogni bambino è unico, anche nei suoi comportamenti. Sta a te, mamma, interpretare le sue esigenze. Anche seguendo i nostri consigli, perché no.

Un grazie speciale alla nostra amica, cliente ed esperta di riferimento, Dott.ssa Valentina Galiazzo.

Zia Cin

Chi sono Cinzia Margarito

Copy webwriter, Blogger e Social Media Manager, ma prima di tutto, on e off line, Zia per vocazione. Scrivo con la radio accesa, parlo troppo, riciclo e creo, talmente tanto, da non riuscire a seguire neanche una ricetta. Abito la Rete, ma vivo ancora dove il prato macchia i jeans.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>